by Jessica | Juliet in Zena
Washi-ningyō bambole, cosa sono
Donne samurai con pugnale kaiken

COSA SONO LE WASHI-NINGYŌ

Le washi-ningyō sono bambole di carta, capolavori artigianali realizzati con scopo decorativo fin dal periodo Edo (1603-1868).

About washi-ningyō and rarity. Handcrafted masterpieces entirely made of Japanese paper (washi), these dolls (ningyō) have had a decorative purpose since the Edo period (1603-1868). But their survival today is at risk, since only rare craftsmen are keeping the tradition.

Curiosity. The word 和紙人形 can be spelled both washi-ningyō (Hepburn transliteration system) and washi-ningyou (Kunrei transliteration system) correctly.

Washi-ningyō, qué son y rareza. Obras maestras artesanas realizadas integralmente en papel japonés (washi), estas muñecas (ningyō) han tenido una finalidad decorativa desde el periodo Edo (1603-1868). Pero su supervivencia hoy está en riesgo, ya que solo pocos artesanos mantienen la tradición.

Curiosidad. La palabra 和紙人形 se puede escribir tanto washi-ningyō (sistema de transliteración Hepburn) como washi-ningyou (sistema de transliteración Kunrei) correctamente.

和紙人形とは何か? 希少性。 和紙人形とは和紙で作られた伝統的な人形である。
その歴史は江戸時代(1603〜1868年)に装飾やおもちゃとして遊ぶ目的で使用されてきました。
しかし現在では作り手が年々減っているため、文化の消滅の危機に瀕しています。

BAMBOLE DI CARTA GIAPPONESE

Guardare le morbide pieghe della carta giapponese (和紙 washi) che compone interamente queste bambole (人形 ningyō) permette di fare un viaggio nel tempo.

Le figure sinuose, ispirate a personaggi storici o del teatro giapponese, narrano le vicende di cui sono state protagoniste e prendono vita in riproduzioni in miniatura, arricchite da kimono che sembrano fluttuare.

Delicate suonatrici di koto e shamisen, dame di corte impegnate nella calligrafia, samurai, donne che attingono acqua da un pozzo, teneri momenti madre e figlio, fino ad attimi di vita domestica trascorsi al caldo, infilati sotto ad un kotatsu.

Le washi-ningyō portano in scena momenti di quotidianità affiancati ad attività tradizionali provenienti da un passato lontano o vicino, in grado di incantare chiunque le osservi.

L'ORIGINE

La nascita delle bambole di carta giapponese è strettamente legata all’evoluzione della carta in Giappone e si sviluppa per fasi successive. Tutta la storia qui:

LA PRONUNCIA

La parola 和紙人形 può essere correttamente trascritta sia washi-ningyō (sistema di traslitterazione Hepburn) sia washi-ningyou (sistema di traslitterazione Kunrei). In entrambi i casi la pronuncia in italiano è questa: UASCI-NINGHIOo (che scritta così farà rabbrividire i linguisti, ma risulterà più chiara per tutti gli altri).

PERCHÉ È UN'ARTE DA CONOSCERE

È una realtà, quella delle bambole di carta giapponese, che merita d’essere conosciuta per molti motivi:

è ARTE, perché prende vita dall’abilità di artisti-artigiani

è TRADIZIONE, sia per la bambola in sé, ma anche per l’origine antica della particolare carta utilizzata

è STORIA, poiché racconta e tramanda abiti, usi e costumi del Giappone, abbracciando un lungo arco temporale

è CREATIVITÀ, perché permette a tutti quei creativi affascinati da origami e creazioni di carta in genere, di imparare nuove tecniche

ma, soprattutto, è una realtà da PRESERVARE.

Al giorno d’oggi sono infatti pochi gli artigiani dediti a quest’arte e, tra questi, rarissimi coloro in grado di insegnare. Il rischio quindi è che l’arte delle washi-ningyō se non trasmessa, sia destinata a sparire insieme a loro.

Guarda il video del Consolato del Giappone

Guarda il video del Consolato

JESSICA | JULIET IN ZENA
Dall'Asia al Pacifico (con sconfinamenti), racconto e illustro culture e angoli di mondo tra pensieri scompigliati, progetti e litri di tè + curo la collezione del WASHI-NINGYŌ PROJECT