Home » Etnologia e dintorni » Ambiente » Nuova Zelanda in camper

Nel paese dei māori: la Nuova Zelanda in camper

by Jessica | Juliet in Zena
3,K views
(^ω^)
Reset

Nuova Zelanda in camper | Appunti ~

Paese che vai, mezzo di trasporto che trovi.

Ci sono paesi che si possono esplorare noleggiando un’auto e altri in cui i mezzi pubblici costituiscono una valida (o interessante) alternativa. Cammini che (beh lo dice già il nome) vanno fatti a piedi e luoghi in cui è meglio appoggiarsi a guide locali per spostarsi in sicurezza.

Poi c’è lei. Agli antipodi. La Nuova Zelanda. Una terra curiosa, perfetta per essere girata e rigirata in camper.

 

Nuova Zelanda in camper, tripudio della natura

Una terra modellata dal vento, dal fuoco, dall’acqua e dal lavoro dell’uomo.

Dove vivono strani animali, dove i paesaggi catturano e risucchiano come in un dipinto, dove ci sono più pecore che abitanti e dove una delle culture più affascinanti del Pacifico palpita e respira allo stesso ritmo della natura.

È sua maestà la Nuova Zelanda.

Due grandi isole separate da un braccio di mare, ricoperte da paesaggi primordiali e incontaminati sorti ai confini del mondo. Ultima grande terra su cui gli esseri umani approdarono.

Curiosità

Clicca sulla domanda per leggere la risposta

Sì, in Nuova Zelanda sono presenti molte aree di carico/scarico camper. Soprattutto nell’Isola del Nord.

No. Girare per la Nuova Zelanda in camper è semplice perché al di fuori dei centri urbani e nei periodi di bassa stagione il traffico è praticamente inesistente.

È possibile trascorrere la notte sia in aree attrezzate e camping (nei pressi delle città), sia in aree libere.

Come in Italia dipende dalle zone e dalla stagione. Le foto sono state scattate durante l’inverno neozelandese (estate italiana).

Potrebbe interessarti anche

JESSICA | JULIET IN ZENA
Dall'Asia al Pacifico (con sconfinamenti), racconto e illustro culture e angoli di mondo tra pensieri scompigliati, progetti e litri di tè + curo la collezione del WASHI-NINGYŌ PROJECT