Lago Tekapo (Takapō), Riserva internazionale del cielo scuro

by Jessica | Juliet in Zena
3,K views
(^ω^)
Reset

Aoraki Mackenzie International Dark Sky Reserve | Racconti di viaggio ~

Circondati dalle vette innevate delle Southern Alps, restammo in silenzio, seduti l’una accanto all’altro. Davanti a noi, più alta tra le alte, la cima sacra māori dell’Aoraki, colui che buca le nuvole. 

Aoraki, New Zealand
Le Alpi neozelandesi con al centro la vetta dell'Aoraki, la montagna sacra dei Māori

Area scarsamente popolata

Per raggiungerla avevamo abbandonato la costa e ci eravamo addentrati nella regione del Canterbury meridionale inerpicandoci tra scenari suggestivi in una delle aree più scarsamente popolate del paese: il bacino di Mackenzie (Te Manahuna in lingua māori).

Il verde delle dolci colline del nord aveva lasciato spazio all’asprezza della vegetazione montana. Ai margini della strada biondi cespugli spettinati dal vento, oltre i quali brulle distese guidavano la vista verso le alte cime della bianca catena montuosa che, con compattezza, tagliava a metà la South Island.

Lungo le pendici del massiccio, a occupare lo spazio che fu dei ghiacciai, grandi laghi alpini dalle incredibili acque colore del cielo.

Lake Tekapo, Takapō - New Zealand
Il lago Tekapo nel tardo pomeriggio

Specchi d'acqua: realtà visibile e illusione

Tra questi il lago Tekapo (Takapō in lingua māori), sulle cui rive brune sostammo a lungo, tra i massi di varie dimensioni frutto dell’erosione delle montagne circostanti. Incantati ad ammirarne la superficie illuminata dalla luce del cielo terso, nell’ora che precede di poco il tramonto dell’inverno australe.

Liscio, privo di increspature, piatto nella quiete.

Attraverso le sue acque incontaminate il lago metteva in risalto il fondale roccioso, nitido, visibile per metri di distanza. E, dove la vista non poteva più scorgerne il letto, ecco farsi spazio un riflesso, un miraggio: la splendida cornice delle alte vette, tinte dalla lucentezza abbagliante della neve illuminata dal sole calante, raddoppiava simmetricamente.

Dentro e fuori dall’acqua.

Un rilesso perfetto e sublime sulla superficie a specchio, definito da linee nette e da colori limpidi. Realtà visibile e illusione racchiuse in un unico scorcio, nel fugace istante che precede la sera.

Lake Tekapo, scorcio
Riflessi sul lago Tekapo

Curiosità

Clicca sulla domanda per leggere la risposta

Southern Alps (Kā Tiritiri o te MoanaIl miraggio dell’oceano in lingua māori) è il nome della catena montuosa che attraversa per il lungo tutta l’Isola del Sud.

International Dark Sky Reserve (IDSR) sono aree in cui l’assenza di inquinamento luminoso rende possibile la visione del cielo notturno buio facilitando ad esempio l’osservazione astronomica.

Il nome originario māori oggi ripristinato è Takapō (partire in fretta di notte).

Tekapo è l’errata trascrizione del termine nativo e il nome ufficiale dato al lago dai colonizzatori.

Potrebbe interessarti anche

JESSICA | JULIET IN ZENA
Dall'Asia al Pacifico (con sconfinamenti), racconto e illustro culture e angoli di mondo tra pensieri scompigliati, progetti e litri di tè + curo la collezione del WASHI-NINGYŌ PROJECT